Il Golfo di Orosei e la Costa Orientale

Lasciata Budoni, continuando a scendere lungo il litorale orientale, si incontra la Costa degli Oleandri, anch’essa ricca di spiagge incantevoli come S’Ena e sa Chitta , dopo Siniscola, Berchida, Bidderosa, oasi faunistica dal mare incontaminato, Cala Ginepro, Cala Liberotto e Fuil’e mare. Subito dopo ecco Orosei, graziosa cittadina di origini medievali situata nella fertile piana formata dalla foce del fiume Cedrino, da cui iniziano le lunghe spiagge di Sa Marina e Su Barone che proseguono con, Avalè ,Osalla e Cala Cartoe. Da qui è d’obbligo una visita nel cuore dell’isola, dominato dalle cime rocciose e dai boschi del Gennargentu, che conserva intatto il carattere e la cultura del popolo sardo. Il centro più importante è Nuoro: benedetto dalla statua del Redentore situata sul Monte Ortobene, da cui si gode un panorama straordinario su tutta la Barbagia. Al centro del Golfo di Orosei, ai piedi del vulcano spento Codula Manna e circondata da montagne calcaree ricche di boschi, si trova Cala Gonone, cui si accede da Dorgali attraverso una galleria scavata nella roccia. Dal porto di questa graziosa cittadina marinara ci si può imbarcare per una escursione alla grotta del Bue Marino o per un bagno indimenticabile nelle acque incredibilmente turchesi di Cala Luna, Cala Sisine, Cala Biriola, Cala Mariolu e Cala Goloritzè. Nei dintorni di Cala Gonone, oltre la famosa spiaggia di Palmasera, da segnalare le Cale Ziu Martine, Fuili e Ziu Santoru. La strada Orientale Sarda procede con un tracciato che sale fino ad oltre 1000 mt slm,
attraverso il supramonte di Orgosolo e Baunei, un paradiso per i cultori del trekking che potranno cimentarsi in passeggiate nei canyon e nelle gole che si aprono improvvise. La costa è tutto un susseguirsi di panorami mozzafiato, di foreste e speroni di roccia a picco sul mare, fino alle belle spiagge di Santa
Maria Navarrese
e Lotzorai. Alla base del Capo Bellavista, vicino la cittadina di Tortolì, si trova il centro turistico di Arbatax, celebre per le sue Rocce Rosse, spettacolari filoni di porfido che dal promontorio di Bellavista si spingono in mare: meritano una visita la piccola spiaggia di Cala Moresca e quella di Porto Frailis. Il litorale prosegue con lunghe spiagge dalle diverse caratteristiche, il lido di Orrì, Cea con gli originali faraglioni rossi, Barì dominata dalla torre secentesca, le stupende marine di Cardedu e Gairo.

Elenco sotto destinazioni